Cerimonia di Apertura XX Giochi Olimpici InvernaliTorino-Italia

“Dal Rinascimento al Barocco”

Ad arricchire la cerimonia di apertura dei XX Giochi olimpici invernali di Torino, Valerio Festi e Monica Maimone hanno messo in scena una fantasiosa, toccante e mai vista prima, rappresentazione della cultura e dell’estetica italiane, nate nel nostro paese nel periodo più fertile della creatività, del gusto e della cultura del millennio. Lo spettacolo, è stato il cuore dello show presentando l’Italia a un’audience di oltre un miliardo di spettatori, ancora oggi ricordato come una pietra miliare nell’ideazione di eventi rivolti a un pubblico internazionale. Rinasce l’arte italiana della festa, dall’utopia del Rinascimento allo stupore del Barocco. Lo stadio olimpico di Torino si trasforma in un gran teatro: invenzioni, fantasie, sogni per straordinarie messinscene en plein air. Si celebra la bellezza, l’arte, la passione italiana che ha generato una lunga e ricca storia di maestri e capolavori. Storia e cultura sono celebrate attraverso il gioco, lo scherzo e il “capriccio”, in un crescendo d’immagini, azioni, musiche e coreografie.
Una festa che dichiara da subito il suo scopo: “il fin, la meraviglia”.

 

torino olimpiadi “Dal Rinascimento al Barocco” - Cerimonia di Apertura XX Giochi Olimpici Invernali di Torino